SCHIFO

La storia di Sad profugo iracheno emigrato in Germania negli anni 90, finito come tanti a fare il venditore ambulante di rose. La denuncia sempre attuale dei temi di razzismo e xenofobia, con un uomo in fuga che accetta di essere considerato 'dreck' ovvero un pezzo di merda, pur di restare nel nuovo paese.

Versione teatrale del testo pluripremiato di Robert Schneider, con regia e adattamento di Gianfranco Rimondi, musiche originali di Salvo Nicotra, produzione Teatro dei Dispersi. Progetto selezionato

 per la riapertura del Teatro Magnolfi Nuovo di Prato, in collaborazione con Teatro Metastasio, Accademia Silvio D'amico. 

The story of Sad that emigrates from Iraq to Germany becomes a shout against racism and xenophobia. Forced to sell roses on the street, the man accepts to be considered 'dreck' meaning a piece of shit, as along as he can stay in the new country.

Based upon the award winning novel by Robert Schneider, the play is adapted and directed by Gianfranco Rimondi, with original score by Salvo Nicotra, in a production Teatro dei Dispersi.

Winner of the selection for the official opening of Teatro Magnolfi Nuovo in Prato, in partnership with Teatro Metastasio and Accademia Silvio D'Amico.

 monologue | civil rights

ph. Giovanni Mancini

crediti credits

Bologna, Teatro dei Dispersi, Camera Teatro, Circolo Pavese | Pesaro, Piccola Ribalta | Prato, Teatro Magnolfi Nuovo | Padova Carichi Sospesi | Roma, Teatro Ugo Betti | Berlin, Theaterforum Kreutzberg

© 2018 by alessandrotampieri